La redazione del Secolo: quale futuro per il nostro giornale?

Pubblichiamo la lettera che la redazione del Secolo ha inviato ai componenti il comitato esecutivo della Fondazione An

La redazione del Secolo d’Italia ha avuto notizia che la Fondazione Alleanza Nazionale si appresta ad assumere decisioni rilevanti sul futuro dell’azienda e il destino della testata e in particolare che è stata convocata in data odierna l’assemblea dei soci che dovrà relazionare domani al comitato esecutivo della fondazione Alleanza nazionale, editore del Secolo d’Italia, sulla situazione del giornale dopo il passaggio dall’edizione cartacea a quella online.

La redazione ritiene indispensabile che, come stabilito dal contratto e dalle leggi vigenti, ogni discussione sul Secolo d’Italia debba coinvolgere il direttore del giornale e la rappresentanza sindacale dei redattori. Vi invitiamo pertanto a procedere alla convocazione del direttore e della rappresentanza sindacale a tutte le riunioni che hanno all’ordine del giorno il futuro del giornale.

La redazione inoltre sottolinea l’indispensabilità del Secolo per consentire alla Fondazione di ottemperare alle finalità statutarie e ricorda che, nel delicato momento politico che la destra sta vivendo nel Paese, il Secolo rappresenta un imprescindibile strumento sopravvissuto a una storia che ha coinvolto milioni di italiani e che può ancora svolgere una funzione cruciale per l’affermazione dei valori che sono alla base dell’istituzione della stessa Fondazione.

 

 

La redazione del Secolo d’Italia