La Corte Suprema Usa fa felice Obama: “Il matrimonio non è solo tra un uomo e una donna”

La Corte Suprema americana ha bocciato la legge federale che definisce matrimonio solo quello tra uomo e donna spiegando come sia incostituzionale, in quanto viola il quinto emendamento sulla difesa delle libertà individuali. Una vittoria per la comunità gay americana, le cui nozze ora sono parificate a quelle etero. Fuori dalla Corte Suprema slogan e applausi dei militanti dei movimenti gay, muniti di bandiere e striscioni. «La sentenza della Corte è uno storico passo avanti verso l’uguaglianzaı. Lo ha twittato Barack Obama aggiungendo “Love is love”, l’amore è amore. Successivamente, per dare un colpo al cerchio e uno alla botte, il presidente Usa ha specificato: «L’amministrazione è stata sempre rispettosa a come le istituzioni religiose definiscono e consacrano il matrimonio. Questa decisione, che riguarda solo le nozze civili, non cambia questo nostro atteggiamento».

Dove le nozze gay sono legali. In dodici Stati americani gay e lesbiche possono sposarsi. Le nozze fra persone dello stesso sesso sono legali anche nella capitale federale Washington Dc. Vediamo come ogni Stato ha legiferato in materia. È il Nord-Est del Paese a inaugurare il cammino con il Massachusetts che dal maggio del 2004 ha dato il via alle nozze gay. Seguono il Connecticut (novembre 2008), il Vermont (settembre 2009), il New Hampshire (gennaio 2010) e lo Stato di New York (luglio 2011). In questi cinque Stati le nozze gay sono autorizzate per legge. L’Iowa (centro) si aggiunge nell’aprile del 2009, insieme alla capitale federale Washington Dc, nel dicembre del 2009. Il Maine (nord-est), il Maryland (est) e lo Stato di Washington (nord-ovest) decidono in tal senso con un referendum il 6 novembre del 2012. Gli ultimi piccoli Stati di Rhode Island (nord-est), Delaware (est) e Minnesota (nord),  legalizzano le nozze gay solo recentemente, nel maggio del 2013, dopo l’udienza della Corte Suprema.

Dove le nozze gay non sono legali. Trenta Stati hanno adottato emendamenti alla loro Costituzione che definisce il matrimonio come unione tra un uomo e una donna: Alabama, Alaska, Arkansas, Arizona, California, Colorado, Florida, Georgia, Idaho, Kansas, Kentucky, Louisiana, Michigan, Mississippi, Missouri, Montana, Nebraska, Nevada, Nord Dakota, Ohio, Oklahoma, Oregon, Carolina del Sud, Sud Dakota, Tennessee, Texas, Utah, Virginia, Wisconsin e Carolina del Nord, nel maggio del 2012. Le isole Hawaii le hanno vietate con una legge del 1998.

Dove le coppie gay beneficiano di un patto civile. “Unione civile” o “partenariato locale”, a seconda del nome, sono nove gli Stati che hanno deciso di adottare delle forme di unione differenti dal matrimonio: California, Delaware, Hawaii, Illinois, Nevada, New Jersey, Oregon, Rhode Island, Colorado.