“Arma letale” del Ku Klux Klan contro Obama. Proprio mentre infuria il “datagate”

L’Fbi ha arrestato due uomini che progettavano di uccidere il presidente americano, Barack Obama. Lo riporta la rete Abc. Uno dei due sospettati – Glendon Scott Crawford, 49enne di Galway, nello stato di New York, aveva costruito un sistema per emettere non meglio precisate «radiazioni letali» che poteva essere fatto esplodere a distanza. Per l’Fbi il potenziale obiettivo era «una figura politica», identificata da fonti vicine alle indagini proprio nel presidente. Crawford è stato arrestato insieme a Eric Feight, 54 anni, di Hudson, New York, reclutato per unirsi al progetto che – spiegano fonti investigative alla Abc – mirava a punire il presidente Obama per le sue politiche, ritenute responsabili dell’attentato alla maratona di Boston. Gli agenti dell’Fbi hanno detto che i due uomini volevano presumibilmente nascondere la loro «arma letale» in un camioncino. Crawford, si è poi scoperto, faceva parte del terribile Ku Klux Klan. Secondo quanto riportato dalla rete Abc, nel giugno 2012 Crawford avrebbe chiamato il suo progetto «Hiroshima on a light switch» (Hiroshima con un interruttore) e due mesi dopo avrebbe chiesto a un alto funzionario del Kkk di finanziare il suo piano. E sarebbe stato proprio lo stesso funzionario a informare l’Fbi, permettendo a due agenti sotto copertura di infiltrarsi nel clan. Crawford e il suo aiutante Eric Feight si erano dati appuntamento a martedì scorso per collegare tutti i componenti della loro arma a raggi X, ma sono stati arrestati dagli agenti del Bureau. L’arma, che i due volevano nascondere in un camion, secondo gli esperti dell’Fbi sarebbe stata «funzionante e letale». In attesa di maggiori dettagli su questa arma fantascientifica, ci limitiamo a sottolineare che la Casa Bianca è nella bufera per i presunti spionaggi delle telefonate e delle email degli americani, il cosiddetto datagate. La difesa del governo americano è tutta puntata sul fatto che questo tipo di controlli garantiscono la sicurezza dei cittadini, E pochi giorni dopo si scopre che addirittura era minacciata la sicurezza del presidente degli Stati Uniti…