Una mamma imperfetta. Otto minuti on line che raccontano la corsa contro il tempo delle donne

Non esistono mamme perfette, ma solo passabili. Era la tesi di un prontuario di psicologia sulla genitorialità per rassicurare le mamme a non sentirsi in colpa se nella corsa contro il tempo non sono sempre truccate e impeccabili agli occhi dei loro pargoli. Non si contano i libri sull’argomento, tra i quali un 99 consigli per non impazzire e ritrovare la serenità in famiglia. Forse Ivan Cotroneo non li ha letti, ma ha avuto una grande idea: la minifction dal titolo Una mamma imperfetta, “trasmessa” da lunedì scorso ogni giorno alle 13 su Corriere.it. Solo otto minuti quotidiani, nell’ora di punta per le casalinghe, che affrontano in modo leggero e arguto problemi che tutte le mamme si trovano a dover gestire: figli, lavoro, ménage, mariti, imprevisti di ogni genere. Affrontati a perdifiato, in una corsa a ostacoli che sfiancherebbe anche i maschietti più tosti. L’ossessione per il tempo fa parte della società, riguarda tutti – pensa a voce alta una delle protagoniste – ma noi e gli uomini la viviamo in maniera diversa. Sottotitolo della fiction: “gli otto minuti che raccontano il lato IMperfetto della vita”.

«L’idea è nata dalla Kriptonite nella borsa, il film con cui avevo esordito nella regia – spiega Cotroneo –  con i miei produttori penso a come non disperdere lo spirito non così scontato di quella storia, come recuperare quella libertà creativa, magari per potenziarne alcune caratteristiche. Mi incuriosiva trovare il modo di raccontare lo spirito con cui le donne e le loro famiglie devono affrontare i casi di tutti i giorni». Ricorre nelle puntata l’idea-speranza di Chiara di poter “inventare” un interruttore che sospenda il tempo per tutti (mariti, figli, professori, datori di lavoro) tranne che per lei. Sarebbe «fantastico» ripete con gli occhi sognanti. Un piccolo stratagemma per fermare i minuti e prendersi un po’ di tempo per sé, per riposare, magari anche solo farsi una doccia. Molte donne si ritroveranno nei dialoghi, nei tic, nella psicologia e nelle psicosi delle mamme imperfette. Sono intelligenti, ironiche, seducenti loro malgrado. Né perdenti né vincenti. Sono amabilmente imperfette.