Tragedia a Catania: trovato morto in casa il figlio di Nello Musumeci

«Quando un figlio piange un padre è un dolore infinito ma comprensibile col passare del tempo. Quando invece un padre è costretto a perdere un figlio tutto diventa inspiegabile, inaccettabile e incomprensibile. Non posso che porgere le mie più sentite condoglianze al padre Nello Musumeci, che prima che politico è persona umanamente speciale». Nelle parole di Sergio Serafini, giovanissimo assessore al Comune di Catania, c’è tutta l’incredulità del mondo politico siciliano e nazionale per una notizia che ha fatto il giro delle redazioni. Giuseppe Musumeci, 30 anni, figlio del parlamentare regionale Nello, leader de La Destra in Sicilia e candidato a governatore nell’Isola nella scorse elezioni regionali, è morto questa mattina nella sua abitazione di Catania. A trovarlo, riverso per terra nel bagno, con la porta chiusa dall’interno, la donna di servizio della famiglia. Soccorso, è stato condotto nell’ospedale Garibaldi, ma era già deceduto. Sull’episodio, come atto dovuto, la Procura di Catania ha aperto un’inchiesta conoscitiva e disposto, per domani, l’autopsia, per verificare anche eventuali allergie a farmaci. Nel bagno non sono stati trovati né farmaci né altre sostanze mediche, a differenza di quanto appreso in un primo momento. I funerali saranno celebrati a Catania dopodomani.

In queste ore si susseguono i messaggi di cordoglio del mondo della politica nazionale e siciliana. Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta si associa al dolore di Musumeci esprimendo «il sincero cordoglio da parte di tutto il governo regionale» si legge in una nota della presidenza. A catena arrivano anche le condoglianze di tutto il gruppo del Pd all’Ars, del capogruppo del Pdl, Nino D’Asero, che «manifesta affetto e vicinanza, anche a nome di tutto il Gruppo, all’amico e stimato collega Musumeci, colpito dalla gravissima perdita del suo giovane figlio». Così anche il vicepresidente dell’Ars, Antonio Venturino, del capogruppo dell’Udc, Lillo Firetto e dei deputati del Movimento 5 Stelle e Salvatore Iacolino di Grande Sud. In una nota Basilio Catanoso, coordinatore provinciale Pdl Catania, si associa al cordoglio: «Sgomenti e addolorati per quanto accaduto, siamo personalmente vicini a Nello Musumeci e ai familiari». Gli amici del Secolo d’Italia si stringono accanto a Nello Musumeci e alla famiglia in questo momento di immenso dolore.