Sfottò e insulti, ecco come Grillo giustifica il suo flop elettorale: «Non ci ha votato l’Italia peggiore»

«Il M5S ha commesso errori,  chissà quanti, ma è stato l’unico a restituire 42 milioni di euro allo Stato», esordisce Beppe Grillo all’indomani del fallimentare (per il M5S) esito del voto amministrativo, con i grillini in drastico calo e nessun candidato approdato nemmeno al ballottaggio. Tra sfottò e insulti a un’Italia di “serie B” che lo ha fatto retrocedere nei consensi, dopo avergli regalato l’euforia del successo alla Politiche, le critiche sono tutte per chi ha votato Pd e Pdl, i partiti che “li rassicurano ma in realtà hanno distrutto il Paese, così si sta condannando a una via senza ritorno”. Grillo parla di “due Italie”,  “la prima è interessata giustamente allo status quo, si vota per se stessi e poi per il paese, nella nostra bandiera c’è scritto “teniamo famiglia”. «In questi mesi non ho sentito casi di funzionari pubblici, pluripensionati o dirigenti di partecipate che si siano suicidati. Invece, giornalmente, sfrattati, imprenditori falliti, disoccupati si danno fuoco, si buttano dalla finestra o si impiccano. Queste due italie sono legate tra loro come gemelli siamesi, come la sabbia di una clessidra». “L’Italia A», prosegue Grillo, «non può vivere senza il contributo fiscale dell’Italia B, ma quest’ultima sta morendo, ogni minuto un’impresa ci lascia per sempre. Vi capisco comunque, la pensione, in particolare se doppia o superiore ai 5.000 euro, è davvero importante. Lo stipendio vi fa sopravvivere, che sia pubblico o politico non ha importanza». E conclude: «L’autunno freddo è vicino e forse, per allora, l’Italia A capirà che votando chi li rassicura, ma in realtà ha distrutto il Paese, si sta condannando a una via senza ritorno. Vi capisco, avete fatto bene». Segue un post «Ringrazio tutti coloro che hanno rischiato dando il loro voto al M5s, che avrà a seguito di queste elezioni dove si presenta in 199 comuni, in quasi tutti per la prima volta, circa 3/400 nuovi consiglieri, raddoppiando quelli attuali». Raddoppiando, sì, ha detto proprio così. Dal 25 al 10-12% per lui è un raddoppio.