Papa Francesco esorta i giovani a non adagiarsi nella pigrizia e nella vita comoda

C’è la conferma che i ragazzi devono essere educati ad affrontare le sfide, a non pensare che la vita è «un’autostrada senza ostacoli». Ma tutti dobbiamo imparare a prendere «decisioni definitive» senza adagiarci nella provvisorietà «come se desiderassimo rimanere adolescenti». Così papa Francesco, alla fine del Rosario a Santa Maria Maggiore, richiamando Maria, la madre di tutti, dice quello che fa una mamma per far star bene i figli. E la via non è quella di assecondarli nella «pigrizia o nella vita comoda». Insomma, papa Francesco torna a sottolineare l’importanza di «vivere con responsabilità, di tendere sempre più in alto». Il pontefice ribadisce la sua attenzione per i giovani. Il Primo Maggio, parlando della disoccupazione, li aveva spronati a prendere la vita nelle proprie mani. «Non abbiate paura del futuro», ha detto già più volte in questi giorni. E oggi ha ammonito: «Chi non sa affrontare le sfide mettendosi in gioco é senza spina dorsale». E oggi partendo dal Rosario, la preghiera mariana per eccellenza, dice quello che fa, o deve fare, una mamma per il bene dei suoi figli. E questo, per esempio, è anche dire loro che la libertà «non è fare tutto ciò che si vuole, buttare tutto ciò che non piace dalla finestra». Ma il monito è generale perché la sindrome di Peter Pan, quella di non voler crescere e di non prendere le decisioni della vita, riguarda un po’ tutti: «Quanto è difficile , nel nostro tempo, prendere decisioni definitive. Ci seduce il provvisorio. Siamo vittime di una tendenza che ci spinge alla provvisorietà, come se desiderassimo rimanere adolescenti per tutta la vita». E invece, sprona il Papa, «non abbiamo paura degli impegni definitivi, degli impegni che coinvolgono e interessano in tutta la vita». Oggi Papa Francesco ha preso possesso della basilica papale di Santa Maria Maggiore e ha recitato il Rosario. Il cardinale arciprete della basilica, Santos Abril y Castellò, ha ricordato come questa fosse la seconda volta dell’omaggio del pontefice alla Salus Populi Romani. Il giorno dopo l’elezione Bergoglio si era infatti recato a Santa Maria Maggiore per mettere il suo pontificato ai piedi della Madonna, ha ricordato il cardinale.