Napolitano riceve le squadre di Roma e Lazio: «Via la faziosità becera dagli stadi e dalla politica»

«Bisogna essere rivali in campo senza essere faziosi. La faziosità becera va spazzata dagli stadi come in politica». Lo ha detto Giorgio Napolitano incontrando le delegazioni delle squadre di Roma e Lazio in vista della finale di Coppa Italia in programma domenica alle ore 18 allo stadio Olimpico (diretta Rai 1). «In campo dobbiamo essere i primi a non esagerare, sentiamo la responsabilità di non surriscaldare gli animi»,  ha detto Daniele De Rossi uscendo dal Quirinale. «Vogliamo vincere, fare una bella partita perché sappiamo quanto è importante. Ma c’è anche molta responsabilità perché non si surriscaldino ulteriormente gli animi» ha aggiunto il centrocampista giallorosso all’uscita dal Colle dopo essere stato ricevuto assieme al presidente della Roma, James Pallotta, all’ad Fenucci e al tecnico giallorosso Aurelio Andreazzoli. All’incontro hanno partecipato anche il presidente del Coni Giovanni Malagò e, per la Lazio, il presidente Claudio Lotito e l’attaccante Louis Saha. «Questa è una occasione particolare – ha osservato Malagò – è la prima volta che la finale di Coppa Italia è un derby. L’auspicio è che ci siano dialogo, condivisione e rispetto. Roma è invidiata in tutto il mondo per la sua storia. Dimostriamo di essere all’altezza con una lezione di civiltà». Sotto il profilo dell’ordine pubblico domenica sarà una giornata particolarmente impegnativa. Per la finale derby di Coppa Italia e il primo giorno di elezioni, saranno impegnati complessivamente 1.500 agenti.