La fortuna di chiamarsi Marino (Estella e Franco). Il bancario e la giovane Pd confusi con Ignazio?

La domanda maliziosa se la sono posta tutti. Chissà quanti degli oltre novemila romani (esattamente 9221) che hanno scritto Marino nella lista per “Marino sindaco” di Roma volevano votare effettivamente Estella Marino, responsabile per il Pd romano dell’Ambiente. Una omonimia vincente con Ignazio, candidato ufficiale del centrosinistra, che ha fruttato il record di preferenze nelle quote rosa del Partito democratico. Un altro Marino (Franco) sarà in consiglio comunale con la lista civica che sostiene Marino a primo cittadino della Capitale. Anche in questo caso il dubbio della confusione tra il candidato di punta e la preferenza viene facile. Franco è un impiegato di banca impegnato nel volontariato, collocato al numero 31 della lista, 2506 preferenze, tanto da diventare il più votato della sua lista, non se le attendeva neanche lui. Tre candidati con lo stesso cognome eletti nella stessa maggioranza sono quasi un record da Guinnes dei primati.

Resta il dubbio che i due abbiamo approfittato, inv0lontariamente, della pubblicità ingannevole. La pensano diversamente “I Mille”, corrente Pd che fa riferimento a Ivan Scalfarotto e a Luca Sofri e alla quale appartiene la candidata Pd. Secondo loro le preferenze sono tutte farina del sacco di Estella. Anzi, hanno postato una serie di commenti sul loro sito, quasi a rimproverare i cronisti che hanno osato sospettare un fraintendimento degli elettori di centrosinistra. Insomma, come facevate a non conoscerla prima? Ecco spiegate sul sito de iMille.org le ragioni di un exploit che loro davano pressoché per scontato. «Perché 9000 persone votano Estella? Perché non puoi non voler bene a Estella – spiega il direttore Raoul Minetti – È competente, appassionata, onesta e paziente. Non sembrerebbe il ritratto di una politica, eppure lo è. Anzi, a pensarci bene, è proprio quello che tutti noi ci aspetteremmo di trovare in un politico, ma cui purtroppo rinunciamo per rassegnazione. Estella Marino invece è un’ingegnere innamorata dell’ambiente». Dopo avere letto una motivazione così esaltante (ed esaltata) le 9221 preferenze sembrano addirittura poche. Stai a vedere che gli elettori che hanno indicato Ignazio volevano invece votare Estella?