Imu, il Pdl in pressing: la prima rata è sospesa fino al 16 settembre. Ma non basta

Fumata bianca per la prima rata Imu sulla prima casa, che viene sospesa fino al 16 settembre. Nessuna sospensione per gli immobili di pregio, bloccate invece le quote per i terreni agricoli. Dalle prime notizie sulla bozza del decreto sull’ Imu, in discussione in Consiglio dei ministri, viene annunciata la prima mini-riforma, con clausola di salvaguardia: “O il governo riuscirà a riformare l’intero settore della tassazione immobiliare entro il 31 luglio oppure continua ad applicarsi la disciplina vigente e si pagherà la prima rate dell’Imu il 16 settembre”, è scritto nella bozza. La sospensione del pagamento riguarderà la prima casa con le relative pertinenze, tranne le case di lusso, ma non si verserà la rata di giugno neanche per gli immobili residenziali concessi a famiglie a basso reddito utilizzati come abitazioni principali, gli alloggi popolari (Iacp) o quelli degli enti di edilizia residenziale pubblica. Dal Consiglio dei ministri, sul fronte della Cassa Integrazione in deroga, sarà rifinanziata per un totale di 496 milioni di euro. Ma il governo sta però già lavorando ad aumentare il più possibile lo stanziamento.