Il dramma (e il coraggio) di Angiolina Jolie: «Mi hanno asportato i seni per prevenire un cancro. Oggi sono contenta…»

Lei, una delle donne più belle del mondo, simbolo del talento artistico e dell’armonia familiare, confessa la sua tragedia e racconta del proprio coraggio dalle colonne del New York Times. «Ho subito una doppia mastectomia preventiva”, è l’inizio di una storia toccante che sta facendo il giro del mondo. «Mia madre ha combattuto il cancro per un decennio, ed è morta a 56 anni. Io ho un gene difettoso, il Brca1, che aumenta in maniera consistente il rischio di sviluppare il cancro al seno e alle ovaie». Da qui la decisione di operarsi. Secondo le stime dei medici, spiega la Jolie, il suo rischio di sviluppare un tumore al seno è crollato dall’87% al 5%.  «Una volta che ho saputo quale fosse la mia situazione ho deciso di attivarmi e minimizzare il rischio. Ho fatto prima la mastectomia perché il rischio del cancro al seno era più alto di quello alle ovaie, e l’intervento più complesso», scrive la Jolie. «Ma sto scrivendo – continua – perché spero che altre donne possa avere un beneficio dalla mia esperienza. Cancro è ancora una parola che spaventa i cuori delle persone, producendo un senso di impotenza. Ma oggi è possibile scoprire attraverso un test del sangue se si è a rischio, e fare qualcosa».

Nell’articolo sul New York Times, la Jolie racconta come con i suoi sei figli, tre adottati e tre biologici, parli spesso “della mamma di mamma” e della “malattia che ce l’ha portata via”. «I mie figli mi chiedevano se la stessa cosa potesse accadere a me», confessa l’attrice e regista, «e allora ho deciso che loro non dovevano temere di perdere la loro mamma per un cancro al seno». Il passo successivo è stata la decisione di sottoporsi all’intervento di doppia mastectomia preventiva. Un lungo processo, miracolosamente tenuto segreto ai media, cominciato lo scorso febbraio e finito il 27 aprile. «Quando ti risvegli dall’operazione, con i tubi di drenaggio infilati nel seno, ti sembra di stare sul set di un film di fantascienza», racconta la star spiegando che ha deciso di raccontare la sua storia per dire «ad altre donne che la decisione di una doppia mastectomia non è stata facile. Ma è una decisione di cui sono molto contenta».