La contromanifestazione di Sel finisce in farsa: arriva il grillino Crimi e i compagni lo mandano a quel paese…

Bandiere di Sel in piazza Santi Apostoli, a Roma, per solidarizzare con i magistrati nel giorno della manifestazione del Pdl contro la persecuzione giudiziaria del Cavaliere prevista in serata a Brescia. Un manipolo di persone urlanti, caricati a molla contro Berlusconi, ma il presidio, più o meno democratico, è finito in farsa. Grazie ai soliti grillini, ormai impopolari a sinistra quasi quanto Berlusconi. Un gruppo di cittadini simpatizzanti del centrosinistra hanno contestato il capogruppo al senato del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, proprio nei pressi di Palazzo Giustizia dove, prima di essere eletto, lavorava come cancelliere. «Tutti quelli che gridano contro Berlusconi – ha detto Crimi al megafono – devono avere il coraggio, una volta, di dire che Berlusconi in Parlamento non ci deve stare. Non solo perché non è degno per le sue condanne ma perché non ci doveva stare da prima. Gli unici a dirlo in Parlamento siamo stati noi …”. È stato a questo punto che in molti hanno gridato: “Ma vai…”, “Vai via …” e poi “Voi, voi avete salvato Berlusconi…”. Crimi ha provato a dialogare con i manifestanti ma ha provato sulla propria pelle come sia difficile un confronto con la sinistra che per scendere in piazza deve trovare per forza un nemico. Che talvolta non è solo Berlusconi, ma anche, e sempre di più, Beppe Grillo…