Ballottaggi in 11 comuni. Sindaci eletti solo in 5 città. Si torna alle urne anche per i Municipi della Capitale

La campagna elettorale riparte in vista dei ballottaggi del 9 e 10 giugno. A Roma la sfida sarà tra Ignazio Marino, che ha conquistato il 42,6% dei voti contro il sindaco uscente, Gianni Alemanno (Pdl) che ha avuto il 30,3%. Al ballottaggio andranno anche Brescia, Ancona, Viterbo, Treviso, Avellino, Barletta, Iglesias, Imperia, Lodi e Siena. Il sindaco è stato invece proclamato al primo turno a Vicenza, dove il primo cittadino uscente Achille Variati, sostenuto dal centrosinistra, si è imposto con il 53,47% sulla sfidante Manuela Dal Lago, che si è fermata al 27,38%; a Sondrio, dove il primo cittadino uscente, Alcide Molteni, del centrosinistra, con il 53,68% ha riconquistato la città; a Pisa, dove è stato riconfermato il sindaco uscente, Marco Filippeschi, con il 53,48% dei voti, contro il 12,66% ottenuto da Franco Mugnai e a Isernia, dove Luigi Brasiello, centrosinistra, con il 50,54% delle preferenze, ha strappato il comune all’avversario, Giacomo D’Apollonio, del centrodestra. A Massa Alessandro Volpi, del centrosinistra, ha conquistato la città con il 54,17% mentre Gabriella Gabrielli, sostenuta da Udc, Scelta civica e liste civiche, ha ottenuto il 18,79%. Dunque, complessivamente, sono 5 le città nelle quali il sindaco è stato eletto al primo turno e 11 quelle che andranno al ballottaggio tra due settimane. In nessun comune i candidati del Movimento 5 Stelle andranno al ballottaggio.

Fra i comuni al ballottaggio, in particolare, a Brescia, il sindaco uscente, Adriano Paroli, del centrodestra, ha ottenuto il 38% dei consensi, di poco preceduto dallo sfidante di centrosinistra Emilio Del Bono, al 38,06%. A Siena, storica roccaforte del centrosinistra, segnata dalle vicende del Monte dei Paschi, il candidato del centrosinistra, Bruno Valentini, è a 39,54% mentre lo sfidante del centrodestra si è fermato al 23,37%. Ad Ancona, la candidata del centrosinistra Valeria Mancinelli si è fermata al 37,65%; il suo avversario, Italo D’Angelo, centrodestra, al 20,52%. Buon risultato quello ottenuto dall’ex portavoce del capo dello Stato Napolitano, Pasquale Cascella, che a Barletta ha ottenuto il 43,68% dei consensi, staccando di diversi punti il rivale Giovanni Alfarano, al 26,68%. Ballottaggio anche a Iglesias, dove per pochi punti il candidato del centrosinistra, Emilio Agostino Gariazzo, non è riuscito a battere il rivale, Gian Marco Eltrudis, sostenuto da Pdl, Udc e liste civiche: il primo ha ottenuto il 49,52% dei voti contro il 45,53% del secondo. A Treviso lo storico ex sindaco Giancarlo Gentilini, già alla guida della città dal 1994 al 2003, e ora, a 84 anni, nuovamente ricandidato dal Pdl e dalla Lega, ha ottenuto il 34,82% dei consensi contro il 42,53% dell’avversario di centrosinistra, Giovanni Manildo. A Viterbo il sindaco uscente, Giulio Marini, sostenuto da Pdl, Fratelli d’Italia e liste civiche è dietro, con il 25,17% allo sfidante del centrosinistra, Leonardo Michelini (35,85%). Imperia vede in vantaggio Carlo Capacci, con il 46,83%, sostenuto dal centrosinistra. Alleanze sul programma ma niente apparentamenti: Paolo Foti (Pd) e Dino Preziosi (Udc), i due candidati che andranno al ballottaggio ad Avellino, escludono entrambi la possibilità di accordi elettorali con gli altri sei candidati con i quali si sono sfidati al primo turno. Infine a Lodi Simone Uggetti, del centrosinistra, sfiderà Giuliana Cominetti (Pdl e Lega).

Si andrà al ballottaggio anche nei 15 municipi di Roma Capitale dove soltanto un presidente è stato eletto al primo turno. Il neo minisindaco eletto è nel XII municipio (ex XVI) dove Cristina Maltese ha ottenuto 30.903 voti pari al 50.17%, sostenuta da Pd, lista civica Marino sindaco, Sel, Verdi Ecologisti Reti Civiche Animalisti, Centro democratico diritti e libertà. Nel municipio XV (ex XX), storica roccaforte di destra, il centrodestra ha superato lo sfidante del centrosinistra, si tratta Giovanni Giacomini che ha raggiunto il 46,22% contro Daniele Torquati che ha avuto il 30,67% dei voti. Invece nella roccaforte della sinistra, ovvero la Garbatella, Andrea Catarci non ha raggiunto per poco la vittoria al primo turno. La sfida nella City, ovvero nel I municipio (ex I e XVII), vede in vantaggio la candidata del centrosinistra Sabrina Alfonsi con il 47,42%, mentre il candidato del centrodestra Sergio Marchi è al 29,38%. Nel II municipio (ex II e III) il candidato del centrosinistra Giuseppe Gerace è al 44.33%, mentre Sara De Angelis del centrodestra al 33,20. Nel III municipio (ex IV) il candidato del centrosinistra Paolo Emilio Marchionne è al 45,04%, mentre Cristiano Bonelli del centrodestra è al 31,23%. Nel IV municipio (ex V) il candidato del centrosinistra Emiliano Sciascia è al 46,68%, mentre Giovanni Ottaviano del centrodestra è al 28,40%. Nel V municipio (ex VI e VII) il candidato del centrosinistra Giammarco Palmieri è al 47,38%, mentre Maurizio Politi del centrodestra è al 26,98%. Nel VI municipio (ex VIII) il candidato del centrosinistra Marco Scipioni è al 37,24%, mentre Massimiliano Lorenzotti del centrodestra è al 31,11%. Nel VII municipio (ex IX e X) il candidato del centrosinistra Susana Ana Maria Fantino è al 46,35%, mentre Fulvio Giuliano del centrodestra è al 27,17. Nell’VIII municipio (ex XI) il candidato del centrosinistra Andrea Catarci è al 49,32%, mentre Andrea Baccarelli è al 25,39%. Nel IX municipio (ex XII) il candidato del centrosinistra Andrea Santoro è al 39,21%, mentre Paolo Pollack del centrodestra è al 33.51%. Nel X municipio (ex XIII) il candidato del centrosinistra Andrea Tassone è al 42,48%, mentre Cristiano Rasi del centrodestra è al 28,79%. Nell’XI municipio (ex XV) il candidato del centrosinistra Maurizio Veloccia è al 44,30%, mentre Francesco Smedile del centrosinistra è al 28,59%. Nel XIII municipio (ex XVIII) il candidato del centrosinistra Valentino Mancinelli è al 39,47%, mentre Daniele Giannini del centrodestra è al 37,66%. Nel XIV municipio (ex XIX) il candidato del centrosinistra Valerio Barletta è al 42,20%, mentre Alfredo Milioni del centrodestra al 32.87%.(ANSA).