Artisti romani al Ponte della Musica: da oggi è intitolato ad Armando Trovajoli

Il ponte della Musica da oggi è intitolato ad Armando Trovajoli. Così Roma rende omaggio al maestro di Rugantino e di Aggiungi un posto a tavola. Con l’occasione viene inaugurato anche lo spazio sotto il ponte che verrà utilizzato per concerti. Dopo aver scoperto la targa, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, ha spiegato che si tratta di un «riconoscimento forte anche per la rapidità dell’intitolazione. Questo è il ponte che unisce la modernità con l’antichità ed era giusto che la città dedicasse un pezzo del suo cuore a Trovajoli». Con le sue musiche «i giovani hanno capito diverse storie della città». Alla fine della cerimonia, alla presenza di Maria Paola, moglie del maestro, nello spazio sottostante il ponte è stato eseguito un omaggio musicale da parte di una band di musicisti jazz. Tra i volti noti presenti Enrico Brignano, Enrico Montesano, Paola Saluzzi, Maurizio Mattioli ed Ettore Scola. «Credo che Roma non poteva dare un omaggio più bello a mio marito di un ponte così bello», ha detto Maria Paola Trovajoli. La struttura, inaugurata due anni fa, è stata progettata da uno studio inglese. Ad avere l’idea dell’intitolazione l’imprenditore Gianni Battistoni, amico del maestro: «Facendo jogging sul lungotevere e vedendo i nomi dei ponti mi è venuta l’idea di dedicarlo ad Armando Trovajoli grande uomo di sport, grande uomo di cultura. L’ho proposta e per fortuna è stata subito accettata. È il coronamento di un progetto, dato che il ponte unisce lo sport alla cultura». Il ponte della musica collega, infatti, l’asse della cultura (via Guido Reni) all’asse dello sport (via delle Olimpiadi): connettendo cioè il quartiere Flaminio al Foro Italico.