Torna il terrore a Boston: sparatoria in strada, ucciso uno dei due attentatori della maratona

A soli tre giorni dall’attentato alla maratona che ha provocato la morte di tre persone e il ferimento di oltre 170 a Boston è tornata la paura con una sparatoria al Mit. Ma, se confermata, potrebbe esserci anche una notizia che fa ben sperare in una chiusura veloce delle indagini sulla strage: due sospettati dell’attentato potrebbero essere stati indivuduati, uno dei due sarebbe però rimasto ucciso. Secondo le ricostruzioni dei testimoni, i due impegnati nello scontro con la polizia a Watertown, un sobborgo di Boston, avevano bombe-pentola a pressione e hanno tentato di scagliarle contro gli agenti ma gli ordigni non hanno raggiunto il bersaglio. Il blitz è avvenuto nel corso di una vasta operazione di polizia scattata dopo una sparatoria al Mit, il Massachusetts Institute of Technology, dove nella notte un agente di polizia è stato ucciso. Il poliziotto stava intervenendo dopo una segnalazione di disturbo della quiete pubblica, giovedì sera, ma è stato colpito da diversi spari. Soccorso, è poi morto in ospedale. La sparatoria è avvenuta intorno alle 22.30 ora locale fuori da un edificio del Mit, ha spiegato il portavoce della polizia dello Stato del Massachusetts. La caccia all’uomo si è poi spostata a Watertown, a quattro miglia dal centro della città, dove sono entrati in azione decine di poliziotti e agenti della Guardia nazionale. Dopo uno scontro a fuoco, la polizia ha fermato uno dei sospetti, l’altro è riuscito a fuggire. Il Boston Globe ha raccontato che l’uomo è fuggito a bordo di un Suv e la polizia lo stava cercando in un perimetro di venti isolati. Poi il New York Times ha riportato la notizia che i due uomini sono stati arrestati. In un comunicato l’Fbi ha fatto sapere che «si sta valutando se i sospetti al centro dello scontro a fuoco di Watertown» sono gli stessi «armati e pericolosi» di cui il Bureau ha diffuso le foto in relazione all’attentato alla maratona. «Stiamo lavorando con le autorità locali per determinare cosa è successo», si legge nel comunicato. Nelle ultime ore l’Fbi ha diffuso nuove foto dei due sospetti dell’attentato. Le notizie si susseguono e sono contraddittorie, la Cnn ha diffuso immagini di un uomo nudo e ammanettato che viene fatto entrare in un’auto della polizia a Watertown. La rete ha precisato che non si sa se si tratti di uno dei sospetti dell’attentato alla maratona o anche dello scontro a fuoco di Watertown. Mentre il Boston Globe ha riportato la notizia che il primo sospetto della sparatoria di Watertown arrestato è morto in ospedale.