Soddisfazione del Pdl. Gasparri: «È una grande sfida per la nazione»

Soddisfazione ed entusiasmo in tutto il centrodestra per la formazione del nuovo governo e per le sfide che attendono la classe politica del Pdl. «Siamo soddisfatti per il senso di responsabilità dimostrato. Bersani ha fatto perdere due mesi di tempo e Berlusconi ha agito con grande senso dello Stato e generosità. – ha detto il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri – Ora questo governo che vede coesistere parti politiche molto diverse è una sfida per il Paese. Noi l’affrontiamo con onestà intellettuale e trasparenza di comportamenti mettendo in campo le nostre energie qualificatissime, a partire dal nostro segretario Alfano, e siamo pronti a fare la nostra parte. Ci attendiamo discorsi e parole chiare del Presidente del Consiglio fin da lunedì perché ci sono alcuni obiettivi prioritari». Per Gasparri «Bersani è destinato a un futuro di terza fila, come disse il fratello, e pian piano sparirà all’orizzonte. Ora ci interessano i fatti. Su questo valuteremo la nostra azione. La sinistra ha recuperato solo in parte e molto in ritardo quel senso dello Stato che Berlusconi ha sempre dimostrato di avere. Siamo generosi, aperti, disponibili e leali. Faremo le nostre valutazioni alla luce del sole per il bene del Paese». Poi l’esponente del Pdl ha ironizzato: «Grillo? Chi è? Un ex attore? Non mi occupo di queste cose, mi occupo di politica e di bene comune». «Complimenti per la lista dei ministri. In bocca al lupo al presidente Enrico Letta. Ora al lavoro!», è il breve commento della senatrice Alessandra Mussolini. Per il senatore del Pdl Altero Matteoli «il governo Letta è un esecutivo equilibrato e composto da personalità che lasciano ben sperare per il duro e difficile lavoro che lo attende. Lo sosterremo con forza in Parlamento. Il Pdl ha avuto il riconoscimento di ministri in settori dell’amministrazione di assoluta importanza e sono certo che i prescelti sapranno svolgere il loro ruolo con serietà, competenza e spirito di servizio. Un particolare augurio di buon lavoro all’amico Maurizio Lupi, neo ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, un dicastero che ho avuto l’onore di guidare e che Lupi ha l’occasione di rilanciare», conclude. «L’esecutivo che Berlusconi aveva da subito proposto diviene oggi realtà grazie al decisivo contributo del presidente Napolitano», afferma da parte sua Mariastella Gelmini, vicecapogruppo vicario del Pdl alla Camera. L’ex ministro della Difesa Ignazio La Russa sottolinea l’importanza del dicastero della Difesa: «Buon lavoro e complimenti all’amico Mario Mauro. Primo problema la questione marò». «Ora che c’è un governo mi pare di poter dire che il senso di responsabilità di Berlusconi e del Pdl sia stato contagioso», afferma il senatore del Pdl e segretario di presidenza del Senato, Antonio Gentile. «Adesso – aggiunge – va abolita l’Imu senza se e senza ma. Letta è un politico perbene e appartiene a una famiglia di galantuomini, tra cui Gianni Letta, che è uno statista internazionale». Non molto convinto Roberto Maroni: «Governo così così. Bene il ricambio generazionale e Alfano all’Interno, ma alcuni ministri c’entrano davvero poco con l’incarico ricevuto…», scrive su Twitter il segretario della Lega. La deputata del Pdl Renata Polverini fa «soprattutto alle tante donne chiamate a far parte dell’esecutivo i migliori auguri di buon lavoro e un incoraggiamento particolare e un in bocca al lupo alle neo ministre Lorenzin e Di Girolamo». Auguri di buon lavoro al governo anche da Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl: «Siamo certi che saranno in grado di realizzare il programma per il quale ci hanno votato milioni di elettori e che sapranno difendere le istanze e le ragioni del Pdl». «Speriamo che si chiuda in Italia la stagione degli odi e veleni. Auguri al presidente Letta e a un governo che sembra autorevole e ben strutturato per affrontare le sfide del Paese», dice infine il senatore Pier Ferdinando Casini.