Il senatore va da Barbara D’Urso e Crimi lo punisce: dev’essere espulso

Vito Crimi, capogruppo Cinquestelle al Senato, proporrà l’espulsione dal gruppo di Marino Mastrangeli, il senatore del M5S andato come ospite alla trasmissione di Barbara D’Urso. Si apre nel M5S un altro caso di epurazione destinato a far discutere. “La proposta d’espulsione – dice Crimi – seguirà tutto l’iter previsto dal codice di comportamento parlamentare del M5S”. Secondo Crimi il personalismo di Mastrangeli nuoce all’immagine del Movimento: “Mentre, in questo momento, tutti gli altri cittadini portavoce del Movimento 5 Stelle al Senato e alla Camera sono al lavoro su progetti di legge, su nuove interrogazioni e si preparano all’importantissimo appuntamento dell’elezione del presidente della Repubblica, il senatore Marino Mastrangeli non trova di meglio da fare che andare per l’ennesima volta in televisione da Barbara D’Urso”. Dunque “per rispetto dei cittadini che ci hanno votato e che ci pagano lo stipendio, proporrò l’espulsione”. Mastrangeli si difende e va subito all’attacco: “Per espellere qualcuno deve essere violato il codice di comportamento e io non l’ho fatto. Ho solo rilasciato un’intervista alla trasmissione di Barbara D’Urso”. In precedenza, Mastrangeli era intervenuto per due volte alla trasmissione ‘A Porte Aperte’ su Teleuniverso – emittente che trasmette dalla provincia di Frosinone – e aveva risposto alle domande del conduttore Alessio Porcu. “Sono andato in televisione – aggiunge – solo per difendere l’onore mio e delle 786mila persone che mi hanno votato”.