Fratelli d’Italia: primarie no stop fino al 18 aprile. Ventimila votanti, quattro volte più dei grillini

Dovevano smobilitare domani i gazebo di Fratelli d’Italia allestiti in tutti i municipi della capitale per le primarie in vista delle comunali di maggio. Invece i romani potranno ancora votare  fino a giovedì prossimo. «Abbiamo deciso di prolungare le consultazioni per la scelta del candidato sindaco del centrodestra – spiega l’europarlamentare Marco Scurria, appena conclusa la riunione sull’argomento  –  per la grande partecipazione che abbiamo riscontrato. Finora abbiamo raggiunto quasi i quindicimila votanti, un ottimo risultato, che dimostra la voglia di partecipazione dei cittadini che hanno risposto al nostro appello “Decidi tu”». Un successo numerico anche nei confronti dei Cinquestelle che hanno chiamato a raccolta cinquemila elettori e il cui candidato a sfidare Alemanno e Marino, l’avvocato Marcello De Vito, ha ottenuto 533 voti. Grande affluenza in particolare nei stand elettorali di via del Corso, Santa Maria Maggiore, piazza Bologna e piazza Re di Roma. Ai romani (possono votare tutti i cittadini dai 16 anni in su) Fratelli d’Italia chede di scegliere se appoggiare il sindaco uscente, Gianni Alemanno, oppure se preferire un candidato nuovo (in questo caso  proporre un nome).  «Possiamo affermare con soddisfazione – si legge in una nota – che la costante affluenza che vede partecipare anche elettori del Pdl e dell’Udc e della Destra dimostra che il nostro popolo ha capito il messaggio positivo e propositivo per raccogliere idee sul programma, candidature e indicazioni per il sindaco». Se c’è qualcosa che è mancato in questi anni è stata una visione della città insieme alla visione di un’amministrazione pubblica – spiega Fabio Rampelli, d’accordo con la proposta di primarie avanzata dal sindaco Alemanno alcuni mesi fa –  ma si può sempre rimediare».