“Fascio attento ancora fischia il vento”: nel quartiere dei Cesaroni tornano gli slogan degli anni di piombo

Fratelli d’Italia denuncia atti di vandalismo nella sede di via Guendalina Borghese, alla Garbatella. Nella notte sono comparse scritte che fanno riferimento agli anni di piombo come «Le sedi dei fascisti si chiudono con il fuoco» e «Fascio attento ancora fischia il vento». Secondo il partito sarebbe stato danneggiato anche il sistema di videosorveglianza installato dopo i ripetuti episodi di vandalismo, minacce e intimidazioni. Due le telecamere rubate. «Nonostante siano trascorsi soli pochi giorni dall’anniversario della strage di Primavalle, nel corso del quale lo Stato e tutte le forze politiche hanno ribadito il proprio no a ogni tipo di violenza politica – affermano in una nota alcuni responsabili del partito del municipio e il consigliere capitolino di FdI, Andrea De Priamo -, c’è chi sceglie di riesumare in maniera vergognosa e senza alcun rispetto per le vittime alcuni degli slogan più cupi degli anni di piombo. Fratelli d’Italia continuerà ad andare a testa alta tra la gente e nei quartieri del territorio perché non ha alcuna paura di questi vecchi arnesi dell’odio ideologico, già condannati dalla storia e dal popolo italiano. Alle forze dell’ordine abbiamo consegnato tutto il materiale delle telecamere di sorveglianza e ora ci auguriamo che i responsabili di questo episodio siano individuati e arrestati nel più breve tempo possibile».

Il quartiere della Garbatella, noto ai telespettatori italiani per essere la location della popolare serie tv I Cesaroni, è uno dei più caratteristici della Capitale. Le sue abitazioni, case popolari costruite durante il Ventennio, sono ricercatissime per il pregio architettonico e la collocazione urbanistiche. Di questo quartiere, considerato per anni roccaforte della sinistra, è originaria la stessa cofondatrice di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.