Cinquestelle, il senatore Mastrangeli espulso. E lui torna da Barbara D’Urso

Una maggioranza schiacciante di grillini ha decretato on line l’espulsione dal gruppo del M5S del senatore Mastrangeli. L’88,8%, pari a 17.177 voti, ha votato per l’espulsione. Lo annuncia sul suo blog Beppe Grillo diffondendo i risultati delle votazioni on line sull’espulsione del senatore reo di avere partecipato alla trasmissione di Barbara D’Urso “Pomeriggio 5”. “Le operazioni di voto si sono concluse” annuncia Beppe Grillo dal blog dove rende noti i risultati della votazione. “Gli aventi diritto erano 48.292, di questi hanno votato in 19.341. L’88,8% (pari a 17.177 voti) ha votato per l’espulsione, il restante 11,2% (pari a 2.164 voti) ha votato per il no” è lo stringato comunicato che si conclude: “Grazie a tutti coloro che hanno partecipato”. Mastrangeli che oggi tornerà in studio proprio da Barbara D’Urso per spiegare le sue ragioni aveva annunciato prima del voto: “Se verrà decisa la mia espulsione dal Movimento, dovranno prendermi e spostarmi fisicamente dai banchi del gruppo, perché io il M5S non lo lascio”. Ma poi ha affermato che si trasferirà al gruppo misto: “E lì – annuncia – formerò una componente che chiamerò ‘Minoranza M5S’, perché continuerò ad avere il Movimento nel sangue”. Fuori discussione, invece, le dimissioni dalla carica di senatore: “Sono stato il candidato ciociaro più votato alle parlamentarie del Movimento, che nel Lazio ha preso 786 mila voti. Perché mi devo dimettere per un’intervista?”. La conduttrice, interpellata sul caso dell’espulsione, ha difeso il suo lavoro: “Io ho intervistato tutti – ha risposto – da Berlusconi a Veltroni. Mastrangeli non ha violato le regole perché non ha partecipato a un talk politico”.