Alemanno: come previsto, a giugno parte la linea C della metro e a maggio il restauro del Colosseo

«A giugno consegneremo la prima parte della linea C e l’ultima tratta della linea B1 aumentando del 50% in più la rete metropolitana romana». Lo ha annunciato il sindaco di Roma Gianni Alemanno, confermando le previsioni sui tempi dei lavori. «La metro C va avanti – ha poi precisato – nonostante l’opera di diffamazione in atto. Le risorse per arrivare fino al Colosseo ci sono tutte. Mancano quelle per la tratta T2 da piazza Venezia in poi, ma le troveremo con uno sforzo grande nei confronti del Cipe e dello Stato che ci devono aiutare». Il primo cittadino ha ammesso che «gli aumenti di spesa ci sono stati» ma nel 2006, «prima di noi. Noi non c’entriamo nulla. Inoltre, il 58% di aumento in più, che ha fatto lievitare i costi da 1,9 miliardi a 3,5 miliardi, non è colpa nostra, ma abbiamo già trovato i soldi da tempo».
In merito poi all’apertura dei cantieri per il restauro del Colosseo, ha osservato che «i tempi dei ricorsi sono scaduti. Mi auguro veramente che a maggio si aprano i cantieri e non se ne parli più. Non si può aspettare ulteriormente anche perché ogni ritardo rischia di collidere con il cantiere della metro C e non si possono aspettare altri rinvii di cui tutti i cittadini pagano un prezzo. Non è solo un dispetto che viene fatto a Della Valle», ha concluso.