La Russa svela: «Monti impedì a Terzi di far restare i marò in Italia già da Natale»

«Il ministro Terzi mi ha detto che avrebbe voluto prenderla anche prima la decisione di non far rientrare i nostri due marò in India, e che glielo ha impedito il Consiglio dei ministri, non certo per volontà del ministro dell’Agricoltura…». La significativa rivelazione è dell’ex ministro della Difesa Ignazio La Russa, a margine dell’assemblea nazionale di Fratelli d’Italia, a proposito della possibilità che Girone e La Torre sarebbero potuti rimanere in Italia già da Natale. La Russa ha poi aggiunto di aver telefonato in questa circostanza al ministro Terzi e di essersi congratulato per la decisione di non rimandare in India i due marò e di aver apprezzato, nella gestione della vicenda, anche il comportamento del ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola. La Russa, infine, ha ricordato di aver «desistito dall’idea di candidare alle elezioni Girone e La Torre per evitare che il loro caso fosse strumentalizzato, accogliendo l’invito in tal senso del presidente della Repubblica». Ma è subito botta e risposta. Nel giro di pochi minuti è arrivata la smentita del titolare della Farnesina: «Non ho mai detto né ho mai pensato una cosa simile», ha replicato il ministro degli Esteri. «Ero certo – ha a sua volta replicato La Russa – che il ministro Terzi, che di professione fa l’ambasciatore, avrebbe smentito la mia dichiarazione che di sicuro non è “politically correct”. La smentita – ha concluso – che cerca di coprire Monti e il suo governo gli fa onore, ma non modifica la verità»…