Benigni manda la Rai all’inferno: il suo Dante (500mila euro a puntata) fa meno ascolti del commissario Rex

Un flop di dimensioni epiche sia per l’Auditel che in rapporto al costo: impossibile definire altrimenti gli ascolti di Roberto Benigni e del suo TuttoDante su Raidue:  1.293.000 telespettatori, share 4,53%. Se l’attore toscano ha poco da ridere, a viale Mazzini sono ancora più in ambasce. La prima puntata aveva raccolto l’8,5 e la serie intera (12 puntate registrate quest’estate a Firenze) è costata quasi 
sei milioni di euro. Una cifra spropositata per i livelli di ascolti raggiunti. L’esborso imponente da parte dei vertici dell’azienda di Stato si basava sulla speranza di bissare gli ascolti del passato. Appena quattro mesi fa, la lettura della Costituzione da parte di Benigni su Raiuno aveva superato i 12 milioni di telespettatori. Immaginare un dimezzamento degli ascolti sarebbe stato plausibile, ma nessuno si attendeva un tracollo verticale. Benigni che fa meno ascolti di una replica del Commissario Rex non poteva immaginarlo neanche il peggior nemico dell’attore toscano. E mentre i fan di Benigni sono in lutto chissà se invece i dati Auditel hanno strappato un sorriso a Sandro Bondi. L’ex ministro per i Beni culturali venne messo alla gogna per la sponsorizzazione di un film di Michelle Bonev. Si parlava di soldi buttati per un film della produttrice bulgara, amica di Berlusconi. Proprio la Bonev ieri era in diretta concorrenza con Benigni. Persino la sua fiction Donne in gioco su Canale 5 ha ottenuto il doppio degli ascolti di TuttoDante:  2.452.000 telespettatori, per uno share del 9,32%.

Inutile dire che sui Social network già impazzano i commenti al veleno nei confronti del premio Oscar. «Ormai fa ridere solo quando parla di Berlusconi», è il commento più frequente nei confronti dell’attore degradato al rango di «guitto». E c’è chi fornisce un’interpretazione al flop attraverso un’allegoria in tema con le festività: «Benigni è come l’agnello pasquale, lo mangi una volta e stai bene tutto l’anno».