La signora Elsa compra i croccantini per Empy, Monti ci promette una “vita da cani”

Lo si era capito dal primo cinguettìo di Monti: «Vi presento Empatia, per gli amici Empy». Il cagnolino di famiglia, diventato famoso dopo la comparsata del (fu) tecnopremier alle Invasioni Barbariche era destinato a entrare nella campagna elettorale, per dare un’immagine buonista all’arcigno bocconiano che non riesce a ispirare simpatia nemmeno se lo circondi di clown e ballerine. E così è stato. Sembra che il voto non si giochi più sulla restituzione dell’Imu ma su Empy, usato a mo’ di siparietto, come nelle pubblicità dei detersivi e delle calze da donna. Già nel primo video pubblico se n’era avuta una prova: si vedeva Monti, accompagnato da un gadget fino a quel momento ancora inedito (un patetico trolley marchiato casualmente “lista civica”), giocare con il cagnolino che però, nonostante lo sforzo del Prof, teneva le distanze perché impaurito. Tant’è che Berlusconi aveva avuto modo di ironizzare: «Il cane è molto preoccupato, sembra che Monti gli abbia messo una tassa sull’osso». Ma le scene familiari non potevano finire qui. E infatti ora primeggiano le immagini della first lady impegnata a scegliere giochi e cibo per il cucciolo. Poco prima dell’inizio di un incontro del marito con alcune donne della società civile, la signora Elsa, che ha accompagnato Monti all’appuntamento, ne ha approfittato per fare un po’ di shopping per “Empy”, con tanto di fotografi al seguito che l’hanno immortalata, in posa e sorridente, mentre era intenta a fare le spese per l’amato cagnolino. La signora Monti si è intrattenuta un po’ nel negozio “Palla di pelo” acquistando tra l’altro – raccontano i testimoni, pronti a giurarlo sul proprio onore – alcuni croccantini e delle ciotole per il cucciolo di casa. Il tutto mentre il marito, con le sue proposte elettorali, prometteva a tutti una “vita da cani”. Al posto della restituzione dell’Imu, una museruola e qualche scatoletta di carne.