Il Pd teme il comizio di chiusura a Roma: il paragone con Grillo sarebbe devastante

Ma Pier Luigi Bersani ha paura della piazza romana? Secondo il Corriere sì e il motivo è presto detto: il Pd teme la concorrenza di Beppe Grillo e del milione di spettatori del comizio-show di piazza San Giovanni. Un controsenso, eppure è così. Nella città dove la sinistra si prepara a sfidare il sindaco uscente di destra e dove vorrebbe vedere incoronato Zingaretti presidente della Regione, il Pd ha paura di tenere il comizio di chiusura. “Il vero guaio – scrive Maria Teresa Meli –  è il confronto: è l’inevitabile successo di pubblico di Grillo che temono al Pd. Ci si può sempre affidare alla Cgil di Susanna Camusso, che di Bersani è buona amica, ma lo stesso sindacato non è più in grado di mobilitare le folle di un tempo”.  E che Bersani debba temere i 5 Stelle lo afferma anche il politologo Roberto D’Alimonte intervistato da Repubblica: attenzione a Grillo – dice D’Alimonte –  perché se continua la sua ascesa e i voti in più arrivano da un’erosione del Pd allora potremmo trovarci dinanzi alla sorpresa di un Grillo che fa rivincere Berlusconi alla Camera. Il leader del Pd tuttavia non esclude la chiusura a Roma anche se punta sui comizi in Lombardia e in Sicilia (con Renzi). E sullo scippo di piazza San Giovanni dice: “Piazza S.Giovanni ne ha viste di tutti i colori, non è nostra ma noi staremo comunque tra la gente”.