Il diavolo in campagna elettorale: Margherita Hack “madrina” del Bambino di Satana…

Un’astrofisica novantenne travolta da un insolito destino nell’oscuro mondo dei Bambini di Satana. Non è il titolo di un film di Lina Wertmuller, purtroppo, ma la sconcertante realtà. Lei, brillante donna di scienza, capolista alle politiche di  “Democrazia atea” nella circoscrizione Lazio 2, ora si trova in singolare compagnia con Marco Dimitri. Sì proprio lui, ve lo ricordate? Si trova candidato nella stessa lista al numero 7, il bolognese cinquantenne, più volte ritrovatosi sotto accusa  per reati gravi , ma sempre assolto dopo periodi di detenzione. Che diavolo – è il caso di dire- ci fa la Hack con un seguace dell’occultista Aleister Crowley? Per la cronaca, le accuse rivolte a Dimitri sono state di volta in volta violenza carnale, violenza su minori, violazione di sepolcro, violazione di cadavere. Anche se nei vari gradi di giudizio è stato assolto – intrappolare il Diavolo è molto complicato – anche all’anticlericalismo c’è un limite… Nella strana confusione dell’era post-tecnica succede che anche questo binomio sulfureo Hack-Dimitri che potrebbe diventare anche la trama di un film di Dario Argento, diventa cronaca elettorale. Informata dell’ingombrante compagnia, la scienziata dice di non saperne nulla, di averlo appreso solo ora, è piuttosto imbarazzata, anche se assicura che non ne chiederà l’estromissione dalla lista: «Sono di cultura liberale, non mi piacciono le censure». Se è «un bischero» glielo dirò, dice in un’intervista rilasciata al quotidiano online Lettera 43. Lei vuole una sola cosa, il suo programma elettorale è scarno: «Ridimensionare l’ingerenza del Vaticano in Italia». Certo, che per fa questo non serve stare in compagnia di Satana in persona…Strane presenze si aggirano in questa campagna elettorale.  Carla Corsetti, avvocato e segretario di Democrazia atea, taglia corto. «I candidati sono stati informati con una lettera», ha chiarito, «e Hack ha conosciuto Dimitri nove anni fa». Poi assicura: «Marco ha fondato i Bambini di Satana che non commettono reati. Ben altro sono le Bestie di Satana e le sette che condanniamo». In definitiva, per gli elettori del Lazio 2, un “vade retro Santana” ci sembra d’ obbligo….