Hanno paura di perdere e giocano sporco. E li chiamavano moderati di centro e di sinistra…

Allarme rosso, Berlusconi potrebbe anche farcela, bisogna correre ai ripari. Giocare duro e soprattutto giocare sporco. E a chi negava l’esistenza dei poteri forti alla Carneade, chi è costui? Basta mostrare quello che sta accadendo nelle ultime ore, con tutti i fucili puntati sul Cavaliere. Il plotone d’esecuzione non è solo quello nostrano, da Bersani a Monti passando per Casini, ma ci sono vari elementi provenienti dall’estero, dall’azione dell’alta finanza (o per essere più chiari, dei grandi banchieri) ai giornali schierati, testate come il Wall Street Journal. Coro unanime per dire – ancora una volta, a livello di ossessione – che se la Borsa cade e lo spread sale è sempre e comunque colpa di Berlusconi. Un disco rotto,  con un ritornello che raggiunge quasi la nausea, ma che riporta indietro le lancette del tempo, a quando ci fu il cosiddetto “golpe istituzionale”.  Allora il Cav fu costretto a lasciare per il “complotto” e per aver avuto il coraggio di opporsi alla Merkel, mentre a livello internazionale volevano uno scendiletto. Gli euroburocrati volevano mettere l’Italia sotto tutela e finanziare con i nostri tassi di interesse il credito a buon mercato per gli imprenditori tedeschi. Se ora vincesse di nuovo Berlusconi, tutto lo sforzo, il complotto e il golpe verrebbero vanificati e si dovrebbe cominciare daccapo. Così, dopo la proposta sul rimborso dell’Imu e di un possibile condono tombale per reperire risorse e rilanciare la crescita, il Wall Street Journal ha fatto sentire la sua voce: la Borsa va male perché i mercati sono scossi dagli annunci del Cavaliere. La piazza milanese? No, l’intero globo terracqueo, compresi gli Usa. Il gioco sporco riprende. E a questo gioco sporco si presta Monti, con il suo grido di dolore. Diciamocela tutta: ha più colpe Monti che lancia allarmi quotidiani spaventando i mercati oppure il Cavaliere che vuole un deciso cambio di passo della nostra politica economica? Gli italiani sono abbastanza vaccinati per non farsi mettere nel sacco. Da Monti, dalla sinistra, dai centristi. E dal gioco sporco dei poteri forti.