Dimmi chi sei e ti dirò per chi votare: sul web impazza lo psico-gioco del “confuso”

Confusi e impastoiati tra mille liste e listine? Nessun problema: chi vuole orientarsi e dare un voto più consapevole può cliccare il sito online Openpolis, alla pagina www.politiche2013.voisietequi.it, che ci chiede come la pensiamo in tema di finanziamento ai partiti, diritto di cittadinanza ai “nuovi” italiani, su cementificazione, conflitto d’interessi, patrimoniale, unioni di fatto, legge 40, responsabilità dei magistrati, introduzione di un reddito garantito e chi più ne ha più ne metta. E poi ci posiziona in una determinata area politica. Vabbè che Mannheimer in un sondaggio di qualche giorno fa computava al trenta per cento gli indecisi che decideranno all’ultimo momento per chi votare, ma creare un sondaggio ad hoc per illuminare i disorientati sembra poco più di un giochino. O forse no. Il test organizzato da Openpolis spiega nelle sue note introduttive   che «Voisiete qui è un test politico-elettorale che aiuta a capire quali partiti  rappresentano di più le proprie posizioni  politiche in base ai programmi elettorali e alle dichiarazioni pubbliche dei leader prima delle elezioni».  Si legge, inoltre, che tutte le liste hanno risposto direttamente a tutti i temi tranne (guarda caso) «il Pd, Fli e M5S il cui posizionamento è stato elaborato da Openpolis». Una premessa che ci fa capire come alcuni partiti nel momento in cui erano stati intervistati non avevano ancora una posizione chiara e definita su temi importanti. Quindi, per capire se si è simpatizzanti di Vendola o di Monti, o di Fini basta dedicare un quarto d’ora del  tempo e rispondere a venticinque quesiti. A ogni tema sono previste sei opzioni che vanno dal “molto favorevole”, “favorevole”, “tendenzialmente favorevole”, al “tendenzialmente contrario”, “contrario” “molto contrario”. Così, per esempio, per quanto riguarda l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti su 474.914 utenti  il 46.2% è molto favorevole, il 19.4% è favorevole, il 16.6% è tendenzialmente favorevole, non quantificati i restanti. Guardando la posizione dei singoli partiti, si vede che sono molto favorevoli il Pdl, la lista Ingroia, Amnistia giustizia e libertà, il Movimento Cinque Stelle, la Lega Nord, Fare fermare il declino e Forza Nuova. Mentre sono contrari Futuro e libertà e Vendola. Un dato significativo riguarda l’abolizione dell’Imu, (l’imposta iniqua di Monti sulla prima casa). Ebbene sommando le varie opzioni del “verde” si scopre che il 61,7% è favorevole, tre su quattro partiti. Poi, ci sono una serie di domande sul rispetto del pareggio di bilancio in Europa, sul riconoscimento delle unioni civili tra conviventi, a prescindere dal loro orientamento sessuale e quella su Tav e amnistia. Gioco o non gioco, perché non provare?

Ecco il link:

www.politiche2013.voisietequi.it