Devastata la sede del Pdl a San Giovanni Valdarno. Matteoli: non ci facciamo intimidire

Vandali hanno devastato nella notte il punto elettorale del Pdl a San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo. Lo rendono noto il coordinatore provinciale del partito Felice Maurizio D’Ettore e il consigliere regionale Stefano Mugnai che rimarcano il clima di intimidazione che si repira in zona. Si tratta di «intolleranza inaudita che scardina le regole del confronto democratico». Nei giorni scorsi atti di vandalismo avevano colpito il comitato elettorale di Firenze. Ora tocca al Valdarno. «Complessivamente – ricordano –  in Toscana assistiamo a gesti assolutamente inqualificabili che dimostrano l’incapacità di certe frange di una certa parte politica di rispettare le idee altrui, confrontandosi secondo le regole dialettiche che sarebbero proprie della democrazia». Duro Altero Matteoli: «Siamo di fronte all’ennesimo atto di intolleranza politica contro il Pdl a due settimane dal voto». Il senatore, capolista Pdl in Toscana al Senato annuncia che oggi sarà «a San Giovanni Valdarno come era nel mio programma. Se tra i nostri avversari politici qualcuno pensa di intimorirci si sbaglia di grosso, proseguiamo la nostra battaglia politica senza deflettere anzi con maggiore passione e determinazione di prima. Auspico che le autorità competenti facciano luce su questo ennesimo gesto di intimidazione e che non si sottovaluti che in Toscana, purtroppo, ci sono ambienti ideologizzati che non hanno ancora accettato di condividere la democrazia».