Bologna, il consigliere regionale Bignami (Pdl) picchiato da uno squilibrato

Il consigliere regionale del Pdl dell’Emilia-Romagna Galeazzo Bignami è stato malmenato da un uomo, che poi si è appurato essere uno squilibrato, che lo ha aggredito a un banchetto elettorale del Popolo della Libertà in centro a Bologna. Il consigliere è stato portato via in ambulanza, mentre l’aggressore è stato prima bloccato da alcune persone e poi dall’intervento della polizia. Secondo il racconto di alcuni testimoni l’uomo si sarebbe avventato contro Bignami, che era in quel momento al telefono, all’angolo tra via Farini e via D’Azeglio, in un tratto pedonale e gli avrebbe detto «ti uccido». Poi l’avrebbe colpito anche una volta che era in terra con calci e pugni. Secondo le primissime informazioni, confermate anche da alcuni militanti che hanno assistito all’episodio avvenuto verso le 16.30, non ci sarebbero motivi politici dietro al gesto. All’inizio si era pensato a un’aggressione politica, poiché Bignami pochi giorni fa aveva commentato positivamente lo sgombero del  centro sociale Bartleby, ma non era così. L’aggressore, un 42enne senza precedenti penali ma già noto alla polizia di Bologna, era stato in passato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio ed è ora in stato di fermo.