Par condicio: il regolamento andrà cambiato

Sono attualmente 23 i gruppi e le componenti parlamentari. Le norme sulla par condicio approvate in Vigilanza sul sorteggio degli spazi televisivi regolamentato una prima fase pre-elettorale che si concluderà il 18 gennaio. Da questa data scatterà la «fase 2», con la presentazione ufficiale delle liste che si fronteggeranno a febbraio. Gruppi e componenti potrebbero dunque aumentare e superare la quota 23, mandando in tilt i palinsesti e gli spazi previsti dalla Rai in base alle regole discusse dalla commissione di Vigilanza. Questi accordi prevedono il diritto per tutte le componenti a una conferenza stampa, non solo per il capo della coalizione ma anche per un  rappresentante di ogni lista. Un moltiplicarsi degli spazi difficile se non impossibile da gestire a cui si farà fronte con una nuova riconvocazione della Vigilanza dopo il 18 gennaio. Una norma opportunamente inserita nel regolamento prevede infatti la possibilità di riunirsi di nuovo per mettere riparo alle troppe opzioni inserite nel regolamento.