Lazio: il Tar ha deciso, si vota per 50 consiglieri

Alle prossime consultazioni del 24 e 25 Febbraio nel Lazio si voterà per eleggere 50 consiglieri. Lo ha deciso il Tar del Lazio che ha respinto le richieste di Radicali e Verdi che sollecitavano la sospensione del decreto con il quale la presidente uscente Polverini aveva ridotto da 70 a 50 i consiglieri da eleggere. A presentare ricorso al Tar sono stati i Radicali Giuseppe Rossodivita e Rocco Berardo, insieme a Giuseppe Paliotta (presiedente del Movimento cittadini e lavoratori), e Donato Robilotta presidente del Socialisti riformisti, nonché i Verdi di Angelo Bonelli. L’ordinanza è stata emessa dalla II Sezione bis del Tar del Lazio, presieduta da Eduardo Pugliese. “Accogliamo con soddisfazione la decisione odierna del Tar del Lazio – ha commentato Renata Polverini – di cui abbiamo sempre accettato e rispettato le indicazioni, che conferma la correttezza del decreto per l’elezione di 50 consiglieri. Il decreto è stato emanato in conformità a quanto stabilito dal governo nazionale in virtù delle esigenze di contenimento della finanza pubblica, e in osservanza delle regole e della legalità in cui questa amministrazione ha sempre operato nella gestione delle procedure di un momento delicato quale è lo svolgimento delle consultazioni elettorali”. La decisione del Tar è un segnale positivo anche per il sindaco di Roma Gianni Alemanno perché farà risparmiare sulle spese regionali. Alemanno ha infine assicurato al “combattente Storace” tutto il sostegno del centrodestra.