Oggi al Capranica Berlusconi presenta i candidati Pdl

L’appuntamento è per questa mattina alle 11 al teatro Capranica di Roma dove Silvio Berlusconi terrà a battesimo i candidati del Pdl alle prossime elezioni. Kermesse a cui il leader del centrodestra arriverà dopo l’ennesima tappa televisiva, stamattina sarà infatti ospite della Telefonata, programma di Canale 5. Da Palazzo Grazioli l’ex premier ha registrato un’altra sequela di interviste a tv locali che andranno in onda nei prossimi giorni e poi si è riunito con i suoi fedelissimi per buttare giù qualche appunto sull’intervento da fare domani al Capranica. Il discorso ruoterà intorno a quelli che sono i punti chiave della campagna elettorale: voto utile ai grandi partiti e la riduzione delle tasse: «Via l’Imu sulla prima casa», è l’imperativo del Cavaliere ed è uno dei punti del nuovo contratto con gli italiani a cui l’ex premier sta lavorando con i tecnici del partito. Ierii il leader Pdl ha ribadito le accuse all’esecutivo colpevole di «avergli ridotto la scorta» nonostante «il rischio» alla vigilia «di un tour per l’Italia». Ma non è solo il problema della sua incolumità personale a tenere banco, il Cavaliere viene interpellato anche sulla vicenda che da due giorni domina le prime pagine dei giornali e cioé lo scandalo del Monte dei Paschi di Siena. «Non conosco bene la vicenda», risponde Berlusconi scegliendo di non allarmare i mercati e manifestando riconoscenza per la banca che «gli concesse il credito per costruire Milano 2 e 3. È un istituzione a cui voglio bene».

I toni cambiano però quando si torna a parlare direttamente di Monti e del governo dei tecnici. Prima sul Professore, che «ha fatto una scelta irragionevole» a candidarsi. Quanto poi alle considerazioni di Monti sulla crisi italiana provocata da Berlusconi, la replica è altrettanto dura: «Ribadisco quanto ho detto, Monti dice mascalzonate» ed è pronto a siglare un patto con Bersani subito dopo il voto. Insomma, «gli italiani devono sapere che lo scontro tra loro è solo di facciata».