Berlusconi-Santoro, il duello (a colpi bassi) già infuria sul web

Il tifo inizia nella notte manco fosse una finale di Coppa del Mondo. O una finale di Champion’s League, magari con il Milan protagonista, trattandosi del big-match tra  Silvio Berlusconi e la “bestia nera” di sempre, che si presenta con un attacco a tre punte, Santoro al centro, Vauro e Travaglio a dar man forte sulle fasce. Il campo è quello di Servizio Pubblico su La 7, fischio d’inizio stasera, ore 21. Le opposte tifoserie si mandano segnali tutt’altro che teneri dagli spalti on line, soprattutto dal portale della curva berlusconiana www.forzasilvio.it e da quello dei santoriani integralisti che troviamo su www.serviziopubblico.it accessibile anche via Fb. «Marco, mi raccomando, oggi vi giocate una reputazione tu e Santoro. Se non lo sbugiardate cazzata su cazzata…», scrive Sandro incitando il trio “La 7″ ad essere feroce là in attacco. Ma anche sul fronte dei fans del Cavaliere, che si sta allenando con un personal trainer d’eccezione, Renato Brunetta, gli spalti ribollono. La circostanza che i bookmaker di Stanleybet danno probabile l’abbandono dello studio da parte del Cavaliere, mal si concilia con le aspettative dei suoi tifosi. «Cavaliere, la vedo in gran forma», scrive Claudia sul sito. E consiglia: «Usi la calma e la tranquillità, messa in mostra con la Gruber». C’è chi è “super partes” e sul sito della trasmissione, fantozzianamente scrive «ahahahahah……birra ghiacciata e frittatone di cipolle e Pina non venire in sala a disturbare che non mi posso perdere neanche un secondo………spettacolo vero», scrive Giorgio. Ma c’è chi proprio non ce la fa a reggere un confronto “hard” e sul sito dei fan del Cavaliere Paolo si scusa: «Mi spiace moltissimo per Lei, caro Presidente, ma non me la sento di sopportare la vista di Santoro e di quell’invasato di Travaglio. Non ho mai potuto accettare la presenza mediatica di questi due mestatori della politica. Mi sono sforzato di sopportare la virago Gruber ma chiedermi di guardare Santoro è troppo. Non ce la faccio». Dalla curva opposta per tutta la giornata arrivano segnali di guerra. Segnaliamo quelli privi di turpiloquio, naturalmente: «Travaglio, seppelliscilo x sempre», scrive qualcuno, che poi sfida Santoro a non tradire le aspettative degli ultrà: «Vediamo cosa succederà? Malleabile come con la Gruber? Irascibile come con Giletti e l’ Annunziata o soliloquio come con la D’Urso?  Si vedranno le SCINTILLE”?». Ed ancora, un comsiglio a Santoro: «Michele, ricorda la tua meravigliosa performance con lo schiavo-pavido-incompetente MauroMasi, fallo a pezzi con i fatti». Ma la curva azzurra in queste ore continua a supportare il Cav chiedendogli di entrare nel merito delle questione poste sul terreno dei programmi:«Presidente, lei ha fatto capire la chiave di svolta agli italiani. La necessità di una lunga e profonda legge di revisione costituzionale. Altro punto fondamentale sono le tasse, io vedo a 23 anni mio padre e capisco la paura che ormai alberga negli italiani. Abbiamo bisogno del 40%». C’è anche chi gli detta gli argomenti forti: «Orgoglioso ancora una volta della sua ascesa in tutto campo,per contrastare chi non vuole bene a questa nazione con tutti i suoi abitanti”, scrive Alberto. «Sarei fiero se nella progammazione inserisse politica sui giovani,con dei veri e seri programmi che liberalizzino il costo del lavoro,arrivederci…». And good luck and good luck…