La giustizia va in vacanza

Due medaglie per i Marò: giovedì l’oro di Simona Scocchetti, ieri il bronzo Valerio Luchini. All’Indian Open Championship prosegue il cammino vittorioso degli azzurri: nell’impianto Molti Bagh Gun Club di Patiala. Valerio Luchini, 28enne romano del Gs Carabinieri, nella gara di skeet ha guadagnato il bronzo. «Dedico questa medaglia ai nostri due colleghi Massimiliano Latorre e Salvatore Girone – ha detto il carabiniere romano-. Non ho vinto ma ho sparato per i due marò detenuti qui da una vita. A me è mancato un piattello per salire sul gradino più alto del podio. Come squadra abbiamo deciso di impegnarci alla morte per poter vincere e avere l’occasione di poter parlare di loro e della loro situazione». «Noi atleti con la divisa sentiamo forte il richiamo della patria e non siamo convinti che si può e si debba fare di più per liberare loro due. Spero sia stato fatto tutto, mi auguro che di nuovo in Italia si torni ad occuparsi di Max e Salvatore. Non è possibile che stiano ancora qui. Noi proveremo a vincere tutte le gare, ma per loro siamo pronti a rispondere a qualsiasi ordine», ha aggiunto. Per rendere ancora più concreta la dedica dei dei due azzurri, Valerio Luchini e Simona Scocchetti hanno espresso il desiderio di consegnare le medaglie conquistate direttamente ai due colleghi. Intanto si apprende che il governo italiano si aspetta «novità prima del 17 dicembre», giorno in cui comincerà un nuovo periodo di ferie nel sistema giudiziario indiano. Lo ha detto il sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura.