Caro Lord Patten, si fa presto a dire “tv spazzatura”

Italiani, “spaghetti, mandolino” e, da ieri, “tv trash”. «Chiunque tratti come spazzatura la Bbc  – ha detto davanti alla commissione parlamentare Cultura Lord Patten, presidente del trust che governa la Bbc  – dovrebbe guardare la tv italiana, francese, tedesca o americana. Forse non quella tedesca ma di certo quella italiana…». Su quali assurde convinzioni sir Christopher Patten avrà basato il suo giudizio? In quale trasmissione sarà incappato il barone inglese nel suo zapping satellitare? Allettato dal lignaggio di Emanuele Filiberto avrà seguito i concorrenti di “Pechino Express”? Oppure è incappato nella trasmissione del plebeo Paolo Bonolis? E dei format di Maria De Filippi, quali non è riuscito ad apprezzare? “Amici” o “Uomini e donne”? E poi come fa il barone a liquidare come trash una tv che è in grado di realizzare trasmissioni di elevato livello culturale come “Forum”, “I menu di Benedetta” e “Pomeriggio cinque”? È troppo facile cavarsela così. A questo punto Lord Patten deve fare i nomi. Se non dei conduttori, almeno dei programmi. Ma faccia attenzione. Perché rischierebbe di citare “Ballando con le stelle”, “Affari tuoi”, le “Iene”, “La prova del cuoco” e un’altra decina di format, che vanno regolarmente in onda da anni sulle tv britanniche. Alcuni di questi ideati proprio dalla mitica Bbc.