Ma davvero Renzi fa strage di cuori a destra?

Con quell’aria un po’ così, da Matteo Renzi, pare che il sindaco di Firenze faccia strage di cuori azzurri. Parola di Iva Zanicchi. «Parecchi anni fa tutte le donne di Forza Italia erano innamorate di Bertinotti. Ora tutte le donne del Pdl amano Renzi, questo è un grandissimo guaio», ha confessato ai giornalisti incontrati a Fiesole, proprio in terra “nemica”, la parlamentare pidiellina. Su quel rompiscatole, che sta facendo vedere i sorci verdi all’establishment democratico, ne abbiamo sentite tante ma questa ci mancava. Furbo, ipocrita, paraculo, intelligente, affetto dalla sindrome di Peter Pan, ma «bello e impossibile» mai.
Sarà il sorriso sornione e ingenuo? Saranno gli occhietti da bambino saputello? Lui (che dice di sentirsi «felice» della nuova funzione sociale acquisita nel Pd, «mettere tutti d’accordo contro di me») per ora non si cura dello stuolo di fan del fronte avversario: non vuole deconcentrarsi in vista delle primarie. Le donne del Pdl, invece, avrebbero voglia di nuovi modelli, di nuovi stili, insomma basta con il politico attempato, vogliono il sindaco-bambino. O forse, vedono nel ganzo Matteo il Silvio dei primi passi in politica? Anche la Zanicchi alla fine ammette è «un bell’ometto».