Il popolo viola può brindare ancora: siamo tutti più poveri e quindi più felici…

Senza un euro, con la busta della spesa vuota, i salari al palo, la benzina che costa un occhio della testa e la possibilità, per nulla remota, di perdere il lavoro. Tutta colpa della crisi e delle stangate di Monti. I dati che ogni giorno vengono diffusi sulla condizione delle famiglie sono disastrosi, nell’ultimo anno c’è stato un peggioramento notevole. Si tocca con mano, nonostante gli annunci pubblicitari del governo tecnico. Vengono in mente le scene del popolo viola festante all’annuncio delle dimissioni di Berlusconi. Saltavano, brindavano, si abbracciavano, manco avessero vinto la lotteria. Da un bel po’ non parlano più. Ma qualche risultato l’hanno ottenuto: a Palazzo Chigi non c’è più l’odiato nemico, siamo tutti più poveri e quindi più felici. Chi si contenta gode.