Una nuova leader entra in politica: è Sabina Ciuffini, la valletta di Mike

Donne di tutt’Italia unitevi, c’è una nuova leader che vi porterà tre metri sopra il cielo. È Sabina Ciuffini. Sì, proprio lei, l’ex valletta di Mike Bongiorno nel celebre “Rischiatutto” che, secondo quanto si dice da tempo, ha anche un famosissimo parente: è la nipote di Guglielmo Giannini, il fondatore dell’Uomo qualunque. Ha un suo sito, su cui scrive gli editoriali, cuore della “rivoluzione” che ha in mente. La Ciuffini si traveste da nuova Lisistrata (o da Grillo versione “rosa”) e lancia il suo grido di battaglia, in un’intervista a “Myself”: «Costruiamo una massa critica femminile irreversibile, per fare rete, selezioniamo duecento nomi di donne competenti nei vari settori, di destra, di centro, di sinistra o di niente. Li mettiamo in un sacchetto e si estrae chi candidare. Programma base, la tutela delle cose essenziali: maternità, infanzia e adolescenza, salute, anziani, ambiente. Partire da ciò che ci accomuna». I candidati alle prossime elezioni stiano attenti, perché c’è anche lei in gara, non si sa ancora sotto quale forma. «Dopo l’estate vorrei partire con i road-show della parola femminile: una rete, virtuale e no, fatta di piazze, internet, studi tv, radio, teatri». Non scende in campo, ma chiede aiuto: «Chiederò a Grillo di metterci a disposizione i suoi consulenti di marketing. Gratis». Anche perché – scrive – ascoltare la voce e osservare i volti delle altre donne che condividono le loro storie e la loro passione e intelligenza è una esperienza rassicurante». Dall’Uomo qualunque al sito unaqualunque.it, la Ciuffini gioca le sue carte e – per non contraddire il suo passato – “rischiatutto”. L’unico dubbio è se riuscirà ad arruolare un’altra signora Longari.