Che qualcuno si svegli!

Se il prepotente carrozziere spara all’arrogante tabaccaio che non mi fa credito sono felice? Se sì, sono un cretino. Perché la mia preoccupazione dovrebbe essere: e se domani il carrozziere se la prende con me? Le leggi sono quasi tutte basate su questo principio. Oggi potrei essere contento che a finire sulla gogna o preso a calci è uno che mi sta antipatico, ma cosa mi mette al sicuro dall’essere io il prossimo? È possibile che nessun italiano sia sufficientemente intelligente da rendersi conto che se giornalisti e testate chic possono permettersi di diffondere notizie false sulla Casta dei cosiddetti “intoccabili” significa che gli obiettivi non sono affatto intoccabili e che la casta è quella che si può permettere gli attacchi? Non si rende conto nessuno che chi gestisce le informazioni ha un potere assoluto e incontrollato dinanzi al quale la politica è nulla? Non comprende nessuno che chi scrive su quelle testate è prezzolato da grandi imprenditori, banche, speculatori globali che prendono a schiaffi governi e politici secondo il proprio capriccio e comprano i magistrati? Forse siamo solo mille a capire cosa sta succedendo ma la storia dimostra che in mille si cambia la storia. Volete ancora essere imbecilli, schiavi, automi pilotati da Montezemolo e da chi comanda Monti, Napolitano e tutto il circo che hanno allestito? Dove sono gli uomini liberi? Dove sono gli esseri senzienti che sanno distinguere il boia dalla vittima? Chi tifa per lo schifoso che prende a calci il potente appeso per i piedi, non sa che il prossimo a essere preso a calci sarà lui?