«Bravo Alfano, ora dacci un partito come si deve»

Bene, bravo, bis. La nomina di Angelino Alfano a segretario politico del partito, sancita ieri durante il Consiglio nazionale del Pdl, ha strappato commenti entusiasti a tutti i big del centrodestra. Chi c’era conferma: la ventata di novità si è avvertita e la platea era sinceramente colpita dal primo cambio di passo reale dopo il duplice colpo inferto da amministrative e referendum. Anche se, tra le righe, più d’uno ha lanciato messaggi alla nuova leadership, non senza lasciar cadere qualche sassolino per troppo tempo trattenuto nelle scarpe.

Il problema Lega e le primarie

Ben poco criptico e anzi assolutamente esplicito è stato Gianni Alemanno, che ha attaccato il Carroccio con toni piuttosto decisi: «C’è un problema Lega. Tu, Alfano, non l’hai detto perchè – ha sottolineato – fa parte dell’abilità dei leader. Ma dobbiamo dirlo che nell’insuccesso elettorale c’è anche una forte responsabilità della Lega e della sua campagna che è durata tutto l’anno contro il tricolore.

Leggi l’articolo sul Secolo del 2 luglio