Rimpasto, il Colle rovina il brindisi: «Serve un voto»

«C’erano altre persone che avevano le carte in regola, ma per ora, in questa fase, ho voluto premiare chi ha garantito al governo di andare avanti». In piena polemica sul rimpasto, durante il giuramento dei nove sottosegretari a palazzo Chigi, Silvio Berlusconi ha brindato senza remore alla loro salute, sottolineando che ci sarebbero stati anche altri parlamentari meritevoli della nomina, ma in questo caso ha voluto dare la “precedenza” a chi è stato determinante per il voto di fiducia del 14 dicembre scorso.

Leggi l’articolo sul Secolo del 7 maggio