Se Sarkozy non vale… una destra

Siamo stati tra i primi a entusiasmarci per l’astro nascente di Nicolas Sarkozy, a intuire la novità politica rappresentata dall’ex pupillo di Chirac, a “tifare” per il partito della rupture contro l’establishment. E poi, insieme a molti altri (persino Pier Ferdinando Casini fu tentato di abbandonare il cavallo centrista Bayrou, per non dire dell’imbarazzo della gauche italiana), abbiamo seguito passo dopo passo, seppure a distanza, la lunga galoppata di Sarko fino all’Eliseo. Era l’aprile 2007 e lo slogan scelto dal leader dell’Ump “ensemble tout devient possible”  pareva avverarsi come una profezia. Poi